McDonald’s: a El Salvador si può pagare con i Bitcoin

El Salvador è il primo Paese ad adottare i BitCoin come moneta ufficiale, accanto al dollaro, e McDonald's si adegua, accettando nei suoi locali la criptovaluta.

A quanto pare McDonald’s inizia ad accettare i Bitcoin, la più celebre delle criptovalute, anche se per ora succede solo a El Salvador.

Non è un caso: il Paese è diventato il primo al mondo a adottare ufficialmente i Bitcoin come valuta legale (una data storica per il mondo delle criptovalute). Il “BitCoin Day” di El Salvador ha avuto un inizio turbolento, con il valore dei BitCoin che è sceso da 52 dollari a 42 dollari, segnando il livello più basso in quasi tre settimane. Ma la criptovaluta sta recuperando, e intanto incassa questo risultato storico.

bitcoin moneta virtuale criptovaluta

Con questa mossa, i cittadini residenti nel paese potranno pagare tutto (comprese le tasse) utilizzando, in alternativa al dollaro americano, la criptovaluta. Così, anche il gigante dei fast food si è attrezzato di conseguenza, stringendo una partnership con il processore di pagamento bitcoin californiano Open Node.

Grazie a questo sistema, McDonald’s potrà iniziare ad accettare i BitCoin in tutti i suoi 19 ristoranti sparsi nel Paese, e anche nell’app online per la consegna a domicilio. McDonald’s è la prima grande azienda americana ad adeguarsi all’iniziativa di El Salvador sui BitCoin, anche se il portavoce di Open Node Ryan Flowers ha affermato che il suo team sta attualmente prendendo contatti con diverse aziende di grande livello con sede a El Salvador.

Potrebbe interessarti anche