di Valentina Dirindin 22 Maggio 2021
McDonald's

Un gruppo di manifestanti ambientalisti ha bloccato quattro centri di distribuzione della catena McDonald’s nel Regno Unito, chiedendo la trasformazione del format in chiave totalmente vegana.

“Riteniamo che esercitare pressioni su una delle società più grandi e iconiche del mondo, responsabile di quantità significative di emissioni di gas serra e deforestazione, possa avere un impatto”, ha detto alla CNN Alex Lockwood, portavoce di Animal Rebellion, una delle associazioni responsabili della protesta.

I manifestanti chiedono alla multinazionale del fast food addirittura passare a un sistema alimentare a base vegetale per “fermare la crisi climatica e porre fine alla sofferenza degli animali”, come si legge da un comunicato divulgato alla stampa britannica.

Gli attivisti hanno in programma di bloccare i centri di distribuzione per almeno 24 ore, e forse resisteranno per 48, causando non pochi problemi al sistema di approvvigionamento dei McDonald’s inglesi. Il blocco interesserà circa 1.300 ristoranti e 3,5 milioni di clienti, secondo il gruppo di attivisti.

“Vogliamo puntare i riflettori sull’ipocrisia delle misure di sostenibilità di McDonald’s e su come affermano di avere obiettivi di riduzione delle emissioni fingendo di non sapere quanto sono irrealistici stando ai menu che continuano a servire”, ha detto sempre alla CNN un volontario di Animal Rebellion.

[Fonte: CNN]