di Manuela 29 Aprile 2020
McDonald's

Nel Regno Unito si preparano a riaprire non solo McDonald’s, Burger King e KFC, ma anche altre grandi catene come Greggs e Nandos. Il tutto dovrebbe iniziare a partire dal 28 aprile, con date diverse a seconda dell’azienda: dopo la chiusura forzata a causa del lockdown da emergenza Coronavirus, le catene di fast food della Gran Bretagna sono pronte ad alzare le serrande, ma con tutte le precauzioni e le limitazioni del caso.

Partiamo da McDonald’s: la doppia M non ha ancora rivelato una data di ripartenza precisa, ma si sa già che i lavori in corso stanno andando avanti e che si tratterà di un ritorno in piccolo, ma costante in tutto il paese. Proprio martedì Paul Pomroy, CEO di McDonald’s nel Regno Unito e in Irlanda, ha dichiarato che a marzo avevano preso la decisione di chiudere temporaneamente tutti i locali nel paese per tutelare clienti e dipendenti.

Ma adesso hanno cominciato a lavorare su una potenziale riapertura limitata. Ovviamente riavviare il tutto rispettando i criteri igienici e di sicurezza non è facile, ma stanno agendo in tal senso e stanno anche facendo dei test relativi al distanziamento sociale, ai dispositivi di protezione individuale e alla ridotta capacità limitata.

Burger King, invece, dopo aver riaperto le prime sei filiali, ha dichiarato che aprirà altri 10 ristoranti in tutto il paese.

In tutti i casi verrà offerto ai clienti un menu limitato tramite servizi di consegna a domicilio fra cui Deliveroo e Just Eat. Si sa anche già che le prossime filiali riaperte saranno a Edimburgo, Aberdeen, Glasgow, Dundee e Londra.

KFC dal canto suo ha deciso di riaprire più filiali nel paese dopo aver introdotto tutta una serie di regole per proteggere personale e clienti. L’azienda di fast food ha chiuso tutto il 23 marzo per proteggere il benessere e la sicurezza del personale e dei clienti.

Tuttavia a inizio mese aveva dichiarato che sarebbero stati riaperti 11 locali, di cui due a Manchester. Anche qui è previsto un menu limitato e il servizio limitato alla sola consegna a domicilio tramite Deliveroo, Just Eat e Uber Eats.

Greggs, invece, dovrebbe ripartire la prossima settimana, ma solo con un numero piccolo di locali: se il test andrà bene, ne verranno poi aperti altri in un secondo momento. Si ipotizza che saranno quelli di Newcastle a riaprire per primi e che verrà garantito solamente un servizio da asporto.

E Nandos’s? Per adesso pare che da martedì siano stati aperti sei dei suoi ristoranti (quattro locali a Londra e due a Manchester). Anche qui verrà garantito solamente un servizio di consegna a domicilio tramite Deliveroo e il menu sarà ridotto per aiutare il team in cucina.

[Crediti | The Bolton News]