di Nunzia Clemente 1 Agosto 2017
gelato mcdonalds

Un dispensatore metallico in cui vivono liquami ripugnanti dalla consistenza molliccia, con colorazioni che vanno dal beige al verde scuro.

E no, non si tratta dell’interno di una macchinario siderurgico o di qualche arnese per la pulizia degli scarichi di acque nere, ma di un componente della macchinetta per gelati da cui vediamo uscire ogni giorno ettolitri di gelato targato Mc Donald’s.

Queste sono le foto che un dipendente della popolare catena di hamburger, il 18enne Nick, ha scattato nel punto vendita dove ha lavorato per cinque mesi, in Louisiana, postate su Twitter per mostrare a tutti “quanto disgustose siano le condizioni” delle apparecchiature lì presenti.

gelato mcdonaldsgelato mcdonaldsgelato mcdonaldsmcdonalds

Nick ovviamente ha perso il lavoro subito dopo aver postato le immagini, ma in previsione di quel che sarebbe successo si era già cercato un nuovo impiego.

Le foto non si limitano al componente della macchina per gelato, ma mostrano anche il pavimento su cui appoggiavano mobili e macchinari, dove strati di materiale indefinito e ripugnante facevano capolino tra i cavi elettrici.

Dal canto suo, McDonald’s ha provveduto a tranquillizzare i propri clienti, non negando l’innegabile, ma assicurando che “nessuna parte di quei macchinari viene in contatto con alcun cibo” e che macchine e attrezzature vengono regolarmente puliti a dovere.

Intanto, tra dibattiti su igiene mancata, sudiciume imperante e presunte mancanze dei dipendenti, è impressionante pensare a cosa ci espone la semplice richiesta di un gelato, se fatta nel posto sbagliato.

[Crediti | Link: Buzzfeed]