McDonald’s: i bagarini all’assalto degli Happy Meal per rivendere le carte Pokemon

Sta creando non pochi problemi la nuova promozione Usa di McDonald’s, che ha deciso di inserire all’interno dei suoi Happy Meal una speciale collezione in edizione limitata di Pokémon cards, finite preda dei bagarini. Problemi più che risolvibili, sia chiaro, ma genitori e mamme sono abbstanza sul piede di guerra. Infatti le carte, realizzate  per […]

pokemon mcdonald's

Sta creando non pochi problemi la nuova promozione Usa di McDonald’s, che ha deciso di inserire all’interno dei suoi Happy Meal una speciale collezione in edizione limitata di Pokémon cards, finite preda dei bagarini.

Problemi più che risolvibili, sia chiaro, ma genitori e mamme sono abbstanza sul piede di guerra. Infatti le carte, realizzate  per celebrare il 25° anniversario dei Pokemon (infatti hanno uno speciale timbrino su un angolo), sono andate esaurite in un battibaleno, e pare non siano state acquistate solo dai piccoli collezionisti.

Su internet c’è chi le rivende già a diverse centinaia (talvolta anche migliaia) di dollari, e pare si sia creato un vero sistema di bagarinaggio, con denunce social che mostrano foto di scatole piene di carte POkemon che sembrano non essere passate neanche dai negozi della catena di fast food prima di essere messe in vendita online a prezzi esorbitanti.

Il problema è tale che McDonald’s si è vista costretta a limitare il numero di Happy Meal brandizzati con la faccina gialla di Pikachu acquistabili da un singolo cliente.

Insomma, collezionisti e bambini sono, come da copione, a caccia delle carte Pokemon targate Happy Meal. E non vedono l’ora che l’operazione realizzata negli Stati Uniti venga proposta anche in Italia.

Potrebbe interessarti anche