di Marco Locatelli 21 Aprile 2020
McDonald's

Dopo la chiusura totale causa lockdown, in Svizzera i ristoranti di McDonald’s riaprono a partire dal 27 di aprile. Niente divisori in plexiglass o altre misure di distanziamento sociale: le filiali svizzere aprono infatti i battenti solo per quanto riguarda i servizi di consegna a domicilio (McDelivery), drive-in (McDrive) e gli sportelli esterni per il take-away.

La riapertura prevede inoltre un nuovo orario: i ristoranti McDonald’s resteranno aperti dalle ore 11.00 fino alle 22.00. La chiusura dei McDonald’s elvetici era stata decisa a metà marzo scorso così da studiare e sviluppare, nel frattempo, misure di sicurezza rafforzate dopo una consultazione con esperti.

I dipendenti della popolare catena di fast food in Svizzera torneranno al lavoro equipaggiati con mascherine e guanti. Anche il menù subirà qualche modifica: ci saranno infatti solo le proposte classiche, in modo da rendere più facile i processi in cucina.

Saranno meno i lavoratori che presteranno servizio per turno così da consentire un distanziamento più facile. Al McDrive verranno applicate pellicole protettive su tutti gli sportelli, pagamento senza contanti e nessun contatto fra ospiti e collaboratori, mentre al McDelivery ordinazione e pagamenti si potranno fare via app o siti web affiliati, mentre i corrieri ritireranno l’ordine fuori dal ristorante. I sacchetti contenenti il cibo saranno infine depositati davanti alla porte delle abitazioni.