di Valentina Dirindin 22 Aprile 2020

Nel Galles del Sud uno dei locali di McDonald’s è stato invaso da un gregge di pecore, e per la verità pare che non sia proprio un caso isolato.

Con una sede su quattro chiusa in tutto il mondo a causa della pandemia di Coronavirus (e vendite diminuite del 22%, come aveva affermato il Ceo dell’azienda multinazionale, Chris Kempczinski), anche i locali di McDonald’s diventano ostaggio della natura. Una natura che pian piano si riprende porzioni di città, con animali che si spingono sempre più nei centri urbani ormai vuoti e pecore che pascolano in libertà un po’ dove vogliono. Per esempio, nelle aiuole di questo McDonald’s nella città di Ebbw Vale, nel Galles del sud, chiuso da settimane e con l’erbetta che cresce rigogliosa tutto in torno.

Una scena buffa, sicuramente, che testimonia la facilità degli animali di adattarsi ai cambiamenti di questi giorni, con strade e spazi lasciati deserti dagli uomini. Ora, tutto quello che resta da chiedersi è: avranno ordinato un Big Mac, lasciandosi tentare, o avranno preferito, come impone la loro natura erbivora, la versione vegana del panino, quella con l’hamburger vegetale di Beyond Meat, testata dalla multinazionale del fast food lo scorso autunno?

[Fonte: Business Insider]