di Valentina Dirindin 14 Febbraio 2021
Hi-C Orange

Alla fine, i consumatori l’hanno avuta vinta: dopo moltissime proteste, McDonald’s USA ha reintrodotto nel suo menu l’aranciata Hi-C Orange, dopo ben quattro anni di assenza dalla proposta della catena di fast food.

La Hi-C Orange Lavaburst, infatti, era stata sostituita nel 2017, rimpiazzata nei distributori “All you can drink” della catena dalla Sprite Tropic Berry, una bevanda gasata prodotta da Coca-Cola esclusivamente per la catena di fast food.

Ma in questi quattro anni i fan della bevanda non se ne sono per nulla fatti una ragione: lettere e messaggi social ripetuti ne chiedevano la reintroduzione, ed è perfino stata lanciata una petizione sul tema sul sito Change.org. Insomma, è stato fatto così tanto rumore che alla fine il colosso degli hamburger non ha potuto fare altro che prendere atto della richiesta e decidere di accontentarla.

La bevanda non gasata di colore arancione inizierà quindi a riapparire in alcuni ristoranti statunitensi questo mese e – fa sapere l’azienda – sarà disponibile in tutti gli stores a livello nazionale entro il mese di giugno. Un’operazione nostalgia da pare di McDonald’s, destinata a riportare indietro nel tempo i clienti a quando l’Hi-C, a inizio anni Novanta, era negli Stati Uniti una bevanda di grandissima popolarità.

[Fonte: CNN]