di Valentina Dirindin 19 Gennaio 2020

Si chiama My Selection, ed è la nuova serie di panini di McDonald’s (pubblicizzata da Joe Bastianich) realizzata con le Dop, le eccellenze e i consorzi italiani. Ma, paradosso del marketing, proprio in un prodotto promosso da un imprenditore di origine friulana manca il Friuli.

Trecento ingredienti DOP e IGP acquistati da McDonald’s in un anno per realizzare i panini My Selection: Pecorino Toscano Dop, Asiago Dop, Aceto Balsamico di Modena IGP, Cipolla Rossa di Tropea di Calabria IGP. E il Friuli? Non pervenuto, nonostante il prosciutto di San Daniele, il formaggio Montasio, l’olio Tergeste, la Brovada e, come denominazione sovraregionale, anche i Salamini italiani alla cacciatora. A farlo notare è l’Agenzia di Sviluppo del Cluster regionale dell’Agroalimentare e Bioeconomia, che ha proprio lo scopo di sviluppare e promuovere le filiere agroalimentari del Friuli Venezia Giulia. E che ora protesta contro la dimenticanza.

“Il nostro territorio può vantare cinque prodotti certificati con la denominazione di origine protetta in campo food”, spiegano dall’Agenzia  di Sviluppo, e “non dobbiamo dimenticare inoltre i due prodotti marchiati Igp: prosciutto di Sauris e Pitina. Sono tutti prodotti che potrebbero essere rielaborati e utilizzati all’interno di ottimi panini gourmet, ma McDonald’s forse non ne ha ancora assaporato il gusto e capito le potenzialità”.
Chissà se il buon Joe interverrà, convincendo McDonald’s a fare un panino dedicato alla “sua” regione.
[Fonte: Udine Today]