Mele, ottimo l’esordio, circa 2 milioni le tonnellate prodotte

Secondo il report Tendenze di Ismea le mele italiane possono vantare un ottimo esordio sia sul mercato interno che quello estero.

mele frigo

Ottimo l’esordio delle mele italiane sia sul mercato interno che su quello estero, con una produzione che si dovrebbe assestare intorno alle 2 milioni di tonnellate di cui circa 1,8 destinate al mercato del fresco. I dati, riportati dal report Tendenze di Ismea, provengono dagli ultimi calcoli di Assomela che tuttavia non sono ancora definitivi.

mele

Le temperature mediamente più basse rispetto agli anni scorsi hanno portato a calibri generalmente inferiori rispetto a quelli del 2020, seppur la qualità rimanga comunque buona. Uno scossone positivo al mercato è stata la carenza di frutta estiva che ha permesso di collocare il nuovo prodotto su livelli di prezzo simili, se non superiori, a quelli iniziali dell’anno precedente. Ed è vero che gli acquisti di mele tra ottobre 2020 e settembre 2021 si sono ridotti del 9%, ma i dati dell’anno scorso sono anche fortemente influenzati dai lockdown che avevano determinato un boom degli acquisti presso il canale domestico.

Sul fronte estero, invece, il saldo da agosto 2020 a luglio 2021 ha sfiorato 900 milioni di euro esportando circa 1 milione di tonnellate: dati che pongono la mela come miglior prodotto ortofrutticolo della bilancia commerciale italiana. Nello stesso lasso di tempo, infatti, si segnala un aumento del 14% degli esporti e un aumento degli incassi del 19%, accompagnati da un simultaneo dimezzamento delle importazioni.