di Manuela 25 Novembre 2020
mensa

Le mense francescane hanno fatto sapere che quest’anno, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, le richieste di aiuto sono aumentate del 45%. E molte di esse arrivano da persone che hanno perso il lavoro a causa della pandemia da Coronavirus.

Il progetto solidale dell’Antoniano “Operazione Pane” ha servito più di 300mila pasti caldi dall’inizio dell’emergenza Covid-19. A dare la notizia è stato frate Giampaolo Cavalli, direttore dell’Antoniano.

Per riuscire a garantire a tutti almeno un pasto caldo, ecco che fino al 19 dicembre sarà attiva una campagna sms solidale. Per chi volesse contribuire a sostenere l’Operazione Pane, basterà mandare un sms o fare una telefonata da rete fissa al numero di telefono 45588. Frate Cavalli ha ribadito che anche i piccoli aiuti sono i ben accetti.

Tutte le donazioni verranno trasformate in pane e pasti per i più bisognosi che verranno distribuiti nelle mense francescane. Le 15 realtà francescane attive nel progetto, al momento riescono a distribuire circa 36mila pasti al mese, 1.200 al giorno in pratica.

Il direttore ha ammesso che le persone che chiedono aiuto alle strutture francescane stanno aumentando, fra persone che hanno perso il lavoro e non sanno come sostenere le famiglie (i frati hanno rivelato che proprio queste persone sono quelle che faticano maggiormente a chiedere aiuto, vergognandosi della loro nuova situazione), anziani che vivono da soli senza nessuno che li aiuti e senzatetto che vivono in strada.