di Veronica Godano 8 Luglio 2020
orto

A Milano è nato un bosco, Food Forest, in cui i cittadini potranno affittare alberi da frutto e seguire, così, un’alimentazione sana e bilanciata e, allo stesso tempo, imparare a prendersi cura dell’ambiente. Da qualche anno si sta diffondendo il fenomeno della coltivazione urbana, proprio perché si avverte la necessità di migliorare la propria qualità della vita – soprattutto nei grossi agglomerati urbani – a cominciare da quello che si mangia.

Da ottobre 2020, all’interno del Parco Nord di Milano, saranno piantati 2mila alberi e arbusti da frutto, da legno e medicinali che potranno essere adottati dai cittadini. La piantumazione avverrà attraverso il portale per le riforestazioni in crowfunding wownature.eu e con il supporto dei “Green Saturdays” organizzati da una catena di ristoranti milanese specializzata in cucina naturale. Ogni sabato, dall’11 luglio, il 50% del ricavo dei piatti vegeteriani consumati all’interno dei locali o ordinati attraverso delivery sarà dedicato alla piantumazione di alberi.

La piantumazione inizierà in autunno ed entro qualche anno si potranno andare a raccogliere frutti, bacche, gemme e foglie. L’analisi del territorio, la scelta delle specie e la messa a terra sono curate da Etifor, spin-off dell’Università di Padova specializzato in riforestazione, certificazione e valorizzazione del patrimonio naturale. Le prime specie che compariranno all’interno della foresta sono: acero, biancospino, carpino, ciliegio, frassino, melo selvatico, nocciolo, pero selvatico, prugnolo, rosa canina, sanguinella, quercia e tiglio. Il fine dei Green Saturdays di That’s Vapore è aiutare le persone a prendersi cura di sé mediante un’alimentazione corretta e, allo stesso tempo, instillare l’amore per l’ambiente circostante in ognuno.

Fonte: [Agenzia di stampa Askanews]