di Valentina Dirindin 22 Agosto 2020
cozze

Sono due i lotti di cozze e mitili ritirati dal ministero della Salute a causa di un rischio chimico. Il motivo del richiamo dei due lotti di Mytilus Galloprovincialis è la presenza di biotossine marine dsp, rilevata oltre i limiti di legge.

I richiami del ministero sono due distinti, ed entrambi riguardano prodotti a rischio: le cozze oggetto del primo richiamo sono in particolare le retine da 5 chili prodotte dalla società agricola Angelo Mancini e raccolte in data 17 e 18 agosto 2020 (sede dello stabilimento viale della Repubblica n. 147 – Loc- Scardovari di Porto Tolle (RO). Il secondo richiamo riguarda invece le retine da 5, 10 e 20 chili prodotti dall’Ittica allevamenti Ca’ Pellestrina SRL.

I lotti di produzione sono i seguenti: 636-637-643-647. Il marchio di identificazione dello stabilimento/produttore è “Ittica Allev. Ca’Pellestrina S.r.l. (It 444 CDM CE), sede dello stabilimento è Via Pallestrina, 10-45011 Porto Tolle (Ro). Una vera disdetta, nella stagione in cui i frutti di mare vanno per la maggiore. Tuttavia è sufficiente un po’ di attenzione e verificare che le cozze che si stanno per preparare non provengano da questi due lotti. L’indicazione del ministero della salute è quella di non consumare assolutamente il prodotto, né crudo né cotto.

[Fonte: Ministero della Salute]