di Manuela 3 Febbraio 2021
villa bianca

Dopo le sarde sequestrate a Fano, rimaniamo sempre nelle Marche, ma andiamo a Montegranaro, in provincia di Fermo: qui un ristorante che ha aderito alle aperture di #ioapro è stato multato, così come i clienti che hanno partecipato alla cena. Tuttavia proprio questi clienti ora stanno facendo ricorso.

Il ristorante in questione è il Villa Bianca dello chef Marco Biagiola. Così come riferito dal Corriere Adriatico, il locale il 15 gennaio aveva deciso di tenere aperto aderendo alla protesta #iapro, in aperta violazione delle norme anti diffusione Coronavirus.

All’epoca il ristorante era stato multato, ma non solo: in questi giorni sono arrivate anche le multe per i 25 clienti che quella sera erano andati a cena. Anche per loro sanzioni da 400 euro.

Solo che, a quanto pare, tutti hanno deciso di fare ricorso, sostenendo che si stiano calpestando i loro diritti e parlando di abuso di potere. Il tutto anche se sapevano perfettamente che, andando a cena di sera, sarebbe incorsi in sanzioni.

Il 15 gennaio gli agenti si sono recati a Villa Bianca: dopo aver ripreso le persone sedute ai tavoli con una videocamera, hanno chiesto i documenti per dei “semplici controlli”. La Polizia ha fatto il suo lavoro, solo che adesso i clienti si sono recati dagli avvocati i quali stanno imbastendo una difesa.