di Marco Locatelli 1 Febbraio 2020
mozzarella-bufala-campana-dop-accordo-tutela-usa

Brexit o no, una cosa è certa: la mozzarella di bufala campana dop continuerà ad essere tutelata nel Regno Unito. È infatti arrivata da poco la notizia che il Consorzio di Tutela ha provveduto alla registrazione del marchio collettivamente in UK.

L’annuncio è arrivato direttamente dal presidente del Consorzio Domenico Raimondo, che ricorda: “Il Regno Unito rappresenta il terzo Paese per l’export della bufala Dop, con una percentuale dell’11,31% e un giro d’affari di 12 milioni di euro – spiega, come riporta ANSA – Siamo di fronte a un partner importantissimo – aggiunge il direttore del Consorzio, Pier Maria Saccani – ecco perché abbiamo già provveduto in tempo utile ad affrontare i nuovi scenari”.

Già registrato come marchio collettivo UE, non momento in cui è ventilata l’ipotesi Brexit il Consorzio si è subito mosso per fare in modo che il marchio “Mozzarella di Bufala Campana DOP” venisse riconosciuto anche dopo l’uscita dall’Ue da parte della Gran Bretagna, attraverso un accordo nazionale come previsto dal Protocollo di Madrid.

La richiesta di protezione nazionale è stata inviata già nel 2018 presso gli uffici dell’Ukipo (l’Ufficio governativo della proprietà intellettuale britannico), accolta il 29 aprile 2019 con l’ottenimento del Grant of Protection.