di Valentina Dirindin 17 Ottobre 2020
muffin ricotta e cioccolato latte

Mai lasciare incustoditi dei muffin alla marijuana, perché una vostra povera zia potrebbe mangiarseli e poi finire all’ospedale. Certo, la regola numero uno è “mai farli”, ma se proprio dovete farli, nascondeteli bene da mani indiscrete.

C’è una morale di fondo nella vicenda avvenuta in questi giorni a Cremona, dove la nipotina quasi trentenne ha intossicato involontariamente la sua amata zia, che è finita al pronto soccorso dopo aver assaggiato dei dolcetti un po’ speciali.

La ragazza, segnalata dai carabinieri come “assuntrice di sostanza stupefacente” aveva appunto preparato quelli che in Olanda sono noti come “space muffin”, ovvero dei muffin conditi con marijuana. Cinque grammi in tutto, mescolati nell’impasto della merenda.

Una volta preparati i muffin, li ha lasciati lì a raffreddare come una qualunque brava massaia: peccato che la zia, arrivata in casa per fare le pulizie, non abbia resistito alla tentazione di assaggiare uno di quei bellissimi dolcetti rimasti a riposare. Così, ha iniziato ad accusare vertigini e problemi respiratori.

Oddio, il Coronavirus, deve aver pensato – ci scommettiamo – l’ignara donna, così come chiunque di noi pensa alla comparsa di qualche sintomo strano. Invece, per sua fortuna, era “soltanto” un po’ di marijuana. La signora è stata poi ricoverata presso l’ospedale di Cremona, dove si trova tuttora in buone condizioni generali ma comunque in osservazione.

[Fonte: Adnkronos]