Mykonos: divieto di musica in ristoranti e bar e nuovo coprifuoco

Per arginare la nuova ondata di Coronavirus, l'isola di Mykonos in Grecia ha vietato la musica in ristoranti e bar. E ha imposto un nuovo coprifuoco.

mykonos

Spostiamoci a Mykonos, in Grecia: a causa dell’aumento notevole di casi di Covid-19, l’isola ha deciso di inasprire le misure restrittive anti Coronavirus. Come? Semplicemente sarà vietata la musica in ristoranti, bar e locali notturni e sarà imposto un nuovo coprifuoco notturno.

La Grecia ha deciso di imporre il Green Pass per poter accedere ai ristoranti, ma a Mykonos si è deciso di dare una stretta in più. Secondo quanto rivelato da Nikos Hardalias, il vice ministro della Protezione Civile, tali misure saranno effettive da adesso e andranno avanti almeno fino al 26 luglio.

In pratica in ristoranti, bar e locali notturni scatterà il divieto di suonare musica. In aggiunta ci sarà un coprifuoco notturno con divieto di circolazione fra l’1 e le 6 del mattino (tranne che per le emergenze mediche e per chi lavora).

Hardalais il 15 luglio aveva lanciato l’allarme: i casi attivi sull’isola erano aumentati di quattro volte, in una settimana avevano superato quota 300. Per tale motivo Atene si è vista costretta a mettere un freno alla movida notturna.

Il vice ministro ha poi ribadito quanto sia importante rispettare le regole per tutti, sia per i residenti che per i turisti che per gli imprenditori. Lo scopo è quello di dissuadere le persone dall’organizzazione di feste clandestine: per chi organizzerà party privati con più di 20 persone rischierà multe fino a 200mila euro.

Fra le altre misure adottate dal governo greco, oltre al Green Pass obbligatorio per accedere a quasi tutte le attività (tranne in ristoranti e bar, ma solo stando seduti all’aperto), ricordiamo anche che in discoteca non si può ballare e che per l’ingresso è richiesto il certificato vaccinale o un tampone negativo massimo 72 ore prima.

Potrebbe interessarti anche