di Marco Locatelli 3 Aprile 2020

Anche le forze dell’ordine in prima linea a contrastare le diverse “emergenze nell’emergenza”, ovvero quelle situazioni di criticità che con il diffondersi del coronavirus si sono acuite, su tutte quella relativa all’impossibilità di acquistare cibo da parte di alcune famiglie in difficoltà economiche.

A Somma Vesuviana, in provincia di Napoli, un 44enne ha chiesto aiuto ai carabinieri perché non in grado di acquistare il latte per la sua bimba, nata solo lo scorso 20 marzo. L’uomo ha riferito ai militari di non riuscire a mantenere la famiglia – composta dalla convivente e dalla figlia – con cui vive all’interno di un monolocale di 30 metri quadrati.

Le forze dell’ordine si sono subito mobilitate per aiutare l’uomo in difficoltà contattando un negozio locale e facendo recapitare alla famiglia confezioni di latte per la piccola oltre ad una lavatrice usata, visto che ne era sprovvista. A rendere pubblico il gesto dei carabinieri lo stesso 44enne, che li ha ringraziati con un post su Facebook.

Un caso molto simile a quello di ieri a Crema, dove una donna senza soldi né cibo e con un figlio autistico ha chiesto aiuto ai carabinieri.