di Valentina Dirindin 25 Settembre 2020
chalet ciro

Nuove chiusure a causa del Coronavirus, a Napoli tirano giù le serrande (temporaneamente) due bar storici: lo chalet Ciro a Mergellina e il Gran caffè Cimmino in via Petrarca.

Nonostante la straordinaria nuova ordinanza del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che ha deciso di obbligare i cittadini a indossare le mascherine anche all’aperto, i problemi legati alla diffusione del Coronavirus nel capoluogo campano non si fermano, così come avviene d’altronde nel resto d’Italia. E quando si verifica un caso di Covid-19 all’interno di un locale, la procedura da seguire è sempre quella: isolamento, chiusura, sanificazione e riapertura quando tutto sarà sotto controllo.

Ed è esattamente quello che è successo nei due popolari locali napoletani. Dopo aver riscontrato un caso di positività all’interno dello staff, sia lo chalet Ciro a Mergellina che il Gran caffè Cimmino hanno giustamente optato per la chiusura, mentre tutti i dipendenti e gli operatori che gravitano intorno alle due realtà dovranno sottoporsi al tampone di controllo.

Antonio Di Martino, titolare dello chalet Ciro, racconta ai giornalisti di essere risultato lui stesso positivo, seppur asintomatico, e di aver deciso per precauzione e rispetto nei confronti di dipendenti e clienti di chiudere immediatamente il suo locale, nonostante non ci fosse alcun imposizione in questo senso.

“Colgo l’occasione per invitare i miei colleghi a essere altrettanto tempestivi se dovessero trovarsi nella medesima situazione”, ha detto facendo un appello sicuramente importante.

[Fonte: Il Messaggero]