di Valentina Dirindin 4 Gennaio 2021
rider aggredito napoli

Notte difficile per un rider di Napoli, che è stato aggredito e derubato mentre faceva le sue consegne a Calata Capodichino. I rapinatori erano in gruppo, lo hanno circondato e picchiato per rubargli lo scooter con il quale stava portando avanti al suo lavoro.

Il tutto è finito sui social grazie a un filmato di un testimone e presto è partita la gara di solidarietà per aiutarlo. Sul portale di raccolta fondi Gofoundme, infatti, è stata lanciata una call to action per aiutare l’uomo a ricomprare il motorino rubato, e sono stati  raccolti in pochissimo tempo quasi 12mila euro.

Tanto più che si è scoperto che il fattorino era un signore di cinquant’anni, padre di famiglia rimasto senza lavoro e finito a fare il rider per necessità, che dopo essere stato derubato del suo motorino della figlia con cui effettuava le consegne pare si sia messo in macchina per terminare il suo lavoro.

Le sue parole dopo l’episodio sono un’ulteriore testimonianza del fatto che si merita al 100% la solidarietà che in queste ore gli sta arrivando: “Sono arrabbiato ma mi dispiace per quei ragazzi che hanno messo a segno la rapina”, ha detto il rider vittima dell’aggressione. “Sono dei ragazzini”. “Ringrazio tutti per la solidarietà che mi è stata espressa: c’è tanta gente di buon cuore. Ma io vorrei solo un lavoro stabile, pagare le tasse come ho sempre fatto e vivere tranquillamente”, ha proseguito.

[Fonte: Il Fatto Quotidiano]