di Valentina Dirindin 17 Dicembre 2019
e-commerce

Quasi un terzo degli Italiani (il 32%) farà la spesa di Natale online. Non solo viaggi e regali, ma anche i prodotti enogastronomici per il cenone e in generale per le mangiate delle feste verranno dunque comprati su internet. Il tutto, per un valore totale di 177 euro a famiglia (su 549 euro di acquisti complessivi, effettuati on e off line). Sono i dati forniti da un’analisi della Coldiretti sui dati Deloitte che, anche se sembrano allarmanti, devono essere letti nella giusta contestualizzazione. La percentuale degli acquisti online effettuati dagli Italiani, infatti, è comunque inferiore rispetto a quella di molti altri Paesi, come Germania e Gran Bretagna. Più attivi di noi sul fronte dell’acquisto nei negozi fisici sono invece Spagna, Grecia e Portogallo.

Suona strano, comunque, pensare che anche per il cibo i consumatori nostrani si rivolgano sempre di più all’ecommerce, perdendo un po’ il gusto dello scegliere il panettone giusto nella pasticceria più bella e buona, o di assaggiare un formaggio dopo l’altro nella gastronomia addobbata per Natale, prima di scegliere quello giusto per l’aperitivo in famiglia.

Tra le motivazioni per la spesa in rete, spiega Coldiretti, ci sono la possibilità di avere la consegna a domicilio, una più ampia possibilità di scelta, l’opportunità di fare confronti e prezzi convenienti

[Fonte: Ansa Terra e Gusto]