New York: obbligo vaccinale per chi lavora nei bar e nei ristoranti

New York crea un precedente per gli Stati Uniti, e impone per la prima volta l’obbligo vaccinale per chi lavora in bar e ristoranti. Di più, per tutti coloro che lavorano nel settore privato: cinema, luoghi di svago, palestre e quant’altro. Tutti i dipendenti di queste strutture dovranno, per legge, aver completato il ciclo vaccinale […]

Bill_de_Blasio_by_Gage_Skidmore

New York crea un precedente per gli Stati Uniti, e impone per la prima volta l’obbligo vaccinale per chi lavora in bar e ristoranti. Di più, per tutti coloro che lavorano nel settore privato: cinema, luoghi di svago, palestre e quant’altro. Tutti i dipendenti di queste strutture dovranno, per legge, aver completato il ciclo vaccinale di almeno due dosi.

Ad annunciarlo è stato il sindaco Bill de Blasio durante un’intervista rilasciata al programma Morning Joe della Msnbc, in cui, in parole povere, ha detto che tutti i newyorkesi dovranno vaccinarsi per andare a lavorare, sulla falsa riga di quello che sta succedendo anche in Italia con l’introduzione del “super Green Pass”. “Abbiamo a che fare con la nuova variante Omicron, abbiamo in arrivo il clima freddo che creerà davvero nuove sfide anche con la variante Delta, e abbiamo di fronte gli incontri per le vacanze”, ha detto de Blasio, che lascerà l’incarico da sindaco alla fine di dicembre.

Bill_de_Blasio_by_Gage_Skidmore

Dunque, la soluzione è il vaccino per i lavoratori del settore privato, che partirà a New York dal 27 dicembre. Attualmente, i tassi di penetrazione del Covid a New York sono inferiori alla media complessiva degli Stati Uniti, ma sono aumentati nell’ultimo mese. Attualmente, circa il 69% dei newyorkesi è completamente vaccinato, anche se il tasso varia notevolmente tra le diverse comunità.