di Marco Locatelli 22 Giugno 2020

Anche in uno dei territori più colpiti al mondo dal coronavirus è arrivato il momento di ripartire. La città di New York, motore economico degli Stati Uniti d’America, entra ufficialmente nella fase 2. Quindi, come accaduto per noi – ovviamente con tutte le misure di sicurezza del caso – i ristoranti tirano su le serrande, ma per ora si potrà mangiare solo all’aperto.

All’interno (o per meglio dire: all’esterno) dei locali potranno essere ospitati solo un massimo di dieci clienti per tavolo, e solo se fanno tutti parte della stessa “comitiva”.

Non solo ristoranti e bar, anche i parrucchieri (ma non si potrà tagliare la barba visto l’obbligo della mascherina) e i negozi riaprono i battenti e quindi gli americani che vorranno potranno tornare a mangiare e fare shopping, ovviamente sempre spostandosi con mascherina e rispettando il distanziamento sociale.

In totale nella Grande Mela tornano al lavoro circa 150/300 mila persone.”La Fase 2 è ufficialmente in corso. Negozi, uffici, parrucchieri, barbieri e ristoranti tornano. Ma ricordate: quando siete fuori è ancora essenziale usare la mascherina e il distanziamento sociale”, twitta il sindaco di New York, Bill de Blasio.