di Manuela 4 Maggio 2021
new york

Andiamo a New York (si fa per dire): qui ristoranti e negozi riapriranno dal 19 maggio senza restrizioni. O quasi: l’obbligo di mantenere il distanziamento permarrà invariato.

Anche New Jersey e Connecticut seguiranno l’esempio della Grande Mela. A dare l’annuncio delle riaperture ci ha pensato il governatore Andrew Cuomo. Ristoranti, negozi, cinema, teatri, uffici, musei, palestre, parchi divertimento e barbieri potranno ricominciare a lavorare a pieno regime.

Gli esercizi commerciali, per esempio, potranno far entrare tutte le persone che vogliono, senza contingentamenti, basterà rispettare il distanziamento sociale. Cuomo ha spiegato che New York sarà totalmente aperta, ma non solo: il distanziamento non verrà applicato alle persone che forniranno le prove del vaccino fatto o di un test negativo.

La metropolitana, invece, riaprirà 24 ore su 24 dal 17 maggio. Tuttavia qui non sarà consentito l’accesso illimitato: gli spazi disponibili, infatti, sono assai limitati e, seguendo le direttive federali, bisognerà mantenere una distanza di quasi due metri fra i viaggiatori.

Cambio di regole anche per le riunioni: quelle all’aperto potranno passare da 200 a 500 persone, mentre quelle al chiuso da 100 a 250. L’accesso agli stadi, invece, rimarrà limitato al 33% della capienza, ad eccezione degli spettatori che vorranno entrare muniti di un certificato vaccinale o di un tampone negativo (recente).