di Valentina Dirindin 24 Novembre 2020

Nel menu del ristorante City Winery a New York è stata aggiunta una voce curiosa: con 50 dollari ci si può fare il test rapido per il Coronavirus, prima di sedersi a tavola.

Non una possibilità, in realtà, ma molto più di un consiglio: chi vuole cenare al chiuso il martedì e il mercoledì nel ristorante newyorkese dovrà sottoporsi a sue spese al test, in modo da tentare di creare un “ambiente 100% Covid free” e poter rimanere aperti.

Un modo per risolvere il problema della chiusura dei ristoranti al chiuso, che affligge i ristoranti statunitensi tanto quanto quelli italiani. Anche i dipendenti, naturalmente, saranno testati quotidianamente all’arrivo sul posto di lavoro (speriamo e presumiamo non a loro spese).

I test utilizzati saranno quelli rapidi, che si dice forniscano un’accuratezza del 99% per i risultati negativi e del 90% per quelli positivi. Gli ospiti del ristorante dovranno pagare in anticipo il supplemento di 50 dollari al momento della prenotazione. All’arrivo, faranno il test e attenderanno fuori il risultato per 10-15 minuti, mentre verrà loro offerto un bicchiere di bollicine per l’attesa.

Se i risultati sono negativi, i clienti saranno invitati a entrare ed accomodarsi, pur continuando a mantenere distanze e dispositivi di protezione individuale. In fondo, è un’idea che qualcuno ha anche già lanciato in Italia, per provare a riprendere timidamente le attività di ristorazione.

[Fonte: TimeOut]

1