di Valentina Dirindin 31 Agosto 2019
Foie gras

Esultano gli animalisti americani, visto che pare che a New York arriverà il divieto di servire e vendere il foie gras, prelibatezza di origine francese la cui preparazione è da sempre motivo di discussione per il trattamento delle oche, il cui fegato viene ingrassato ad arte, con procedimenti più o meno dolorosi per gli animali.

Il consiglio comunale della Grande Mela sta infatti valutando la proposta, e il divieto potrebbe partire già dal prossimo autunno. Non sarebbe peraltro la prima città americana ad agire in questo senso: prima dell’amministrazione newyorkese, infatti, a fare una scelta di questo tipo sono state già Chicago (che è partita con il divieto nel 2006, per poi rimuoverlo dopo due anni) e l’intero Stato della California, che aveva proibito la vendita del foie gras nel 2012, per poi anche in questo caso tornare sui suoi passi nel 2015, salvo poi imporre nuovamente il divieto dopo l’intervento della Corte d’appello federale.

Per la produzione di foie gras un provvedimento di questo tipo potrebbe essere un duro colpo: New York, con la sua ristorazione d’alto livello, è infatti il quarto mercato americano per il foie gras. C’è quindi da sperare in un ripensamento sul tema, per i produttori di foie gras, o di una rimozione del divieto in seconda battuta, come già era successo nelle precedenti simili situazioni.

[Fonte: Ansa Terra & Gusto]