Niente ristoranti al chiuso per chi viene da San Marino: vaccino Sputnik non riconosciuto

Il vaccino Sputnik, utilizzato per la maggior parte dei cittadini di San Marino, non ha ancora ricevuto l'ok dall'Ema e così il Green Pass diventa un problema.

san marino

I sammarinesi vaccinati non potranno comunque entrare nei bar e nei ristoranti italiani a partire dal 6 di agosto: il Green Pass infatti non viene rilasciato a chi si vaccina con il siero russo Sputnik (utilizzato per la maggior parte dei cittadini di San Marino).

Detto ciò, i cittadini di San Marino potranno sedersi al chiuso nei ristoranti e nei locali italiani solo con tampone negativo dal 6 agosto. Lo stesso varrà ovviamente per cinema, teatri, concerti, palestre ed eventi sportivi.

“Non è un problema tra noi e l’Italia – specifica il Segretario di Stato agli Esteri Luca Beccari – quanto tra l’Unione Europea e il riconoscimento del vaccino Sputnik. Ma preferisco dire che siamo un Paese sicuro e affronteremo il prossimo autunno con più leggerezza rispetto l’anno scorso, piuttosto che rammaricarmi che dal 6 agosto i sammarinesi avranno difficoltà per mangiare nei ristoranti al chiuso”.

Lo Sputnik continua a non essere approvato dall’Agenzia europea del farmaco e quindi non può essere considerato valido ai fini del Green Pass italiano. Anche San Marino avrà un suo Green Pass, che ovviamente accetta lo Sputnik come vaccino.

Potrebbe interessarti anche