È Niko Romito lo chef europeo dell’anno secondo l’evento gastronomico internazionale Madrid Fusiòn. Il tristellato  del ristorante Reale di Castel di Sangro in Abruzzo è stato premiato nell’Auditorium della capitale spagnola, tra centinaia di chef provenienti da tutto il mondo.

L’evento madrileno, negli ultimi tre giorni, ha posto l’attenzione sulle tendenze della cucina internazionale, sulle nuove tecniche culinarie e anche sul tema del marketing gastronomico, con particolare attenzione ad argomenti di forte attualità come l’attenzione all’ambiente e l’efficienza energetica. Ma il tema del congresso 2020 è stata la semplicità, e su questo si è giocata la vittoria dello chef italiano, che ha tenuto  una lectio magistralis su come la semplicità in cucina emozioni.

Romito è stato premiato – come ha spiegato Santiago Alfonso, responsabile marketing e comunicazione di the Cosentino group, come “uno chef che riassume come pochi la cucina essenziale”, per la sua cucina che – ha spiegato la giuria – “tende a esaltare la materia attraverso un lavoro in cui la semplicità è il risultato di grande processo di complessità”, non un “punto di partenza”, ma “un momento di traguardo”.

Prima di lui, l’unico italiano ad aver ricevuto questo premio è stata la nostra superstar gastronomica Massimo Bottura.

[Fonte: La Repubblica]

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento