NovoNutrients vicina a creare proteine dalla CO2

La startup NovoNutrients raccoglie 4,7 miliardi per completare il programma che dovrebbe portarla a ottenere proteine da CO2 e batteri fermentanti.

ciminiere industria co2 emissioni

NovoNutrients, un’azienda che crea proteine ​​dalla CO2, ha annunciato di aver raccolto fondi per 4,7 milioni di dollari per completare il suo programma pilota che catturerà le emissioni di anidride carbonica da impianti di petrolio e gas, trasformandola in proteine. Il round è stato guidato da Happiness Capital, una società di venture capital con sede a Hong Kong che ha precedentemente investito in Redefine Meat, Ynsect e Beyond Meat.

La startup che crea proteine “dall’aria”, in realtà basa il proprio processo su dei batteri presenti in natura, i quali si nutrono delle emissioni di anidride carbonica, fermentando: sono poi queste colonie microbiche, messe a seccare, a diventare la fonte di proteine, che NovoNutrients vorrebbe usare come sostituto della carne nell’alimentazione umana, o come ingrediente nei mangimi animali. NovoNutrients afferma che le sue proteine ​​possono migliorare il profilo aminoacidico dei prodotti alimentari. Una cosa che sul lungo periodo può essere un vantaggio dato che in un recente evento sulle proteine alternative e i metodi tecnologici per ottenerle, i relatori hanno suggerito che, sebbene in questo momento gran parte dell’attenzione sui sostituti della carne relativa al gusto e alla consistenza, il profilo nutrizionale delle proteine ​​diventerà più importante per i consumatori in futuro.

Per NovoNutrients, tuttavia, ottenere un prodotto per i consumatori è ancora lontano. Per il momento, l’azienda è impegnata a dimostrare che la sua tecnologia di fermentazione può funzionare su larga scala. L’azienda collocherà i suoi bioreattori (noti anche come serbatoi di fermentazione) a siti industriali che producono alti livelli di gas serra.

Potrebbe interessarti anche