Ogm, la Ue autorizza il commercio di 10 colture

L'Ue ha autorizzato il commercio (ma non la coltivazione) di 10 varietà geneticamente modificate, tra soia, mais e colza.

La Ue autorizza il commercio di 10 varietà Ogm: di queste, 7 sono nuove colture, 3 sono rinnovi di autorizzazioni. Si tratta principalmente di varietà di mais (5 colture), seguite da soia e colza (2 ciascuna) e infine una di cotone. La Commissione europea, organo che ha preso la decisione, ha sottolineato che si tratta di autorizzazione al commercio, e non alla coltivazione. La disciplina degli organismi geneticamente modificati, soggetti a controlli molto rigidi nell’Unione europea, prevede una serie di autorizzazioni, controlli e pareri da parte di vari organi.

La stessa Commissione di Bruxelles ha spiegato in una nota: “Questi ogm sono stati sottoposti a una procedura di autorizzazione completa e rigorosa inclusa una valutazione scientifica favorevole da parte dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa). Le decisioni di autorizzazione non riguardano la coltivazione. Gli Stati membri non hanno raggiunto una maggioranza qualificata né a favore né contro il comitato permanente e il successivo comitato di appello. La Commissione europea ha quindi il dovere legale di procedere alle autorizzazioni in linea con i pareri scientifici ricevuti. Le autorizzazioni sono valide per 10 anni e qualsiasi prodotto ottenuto da questi Ogm sarà soggetto alle rigide regole di etichettatura e tracciabilità dell’Ue”.

Potrebbe interessarti anche