di Manuela 11 Febbraio 2021
tartufo bianco d'Alba

Buone notizie per The Truffle Hunters, il documentario dedicato al Tartufo Bianco d’Alba girato fra Langhe e Monferrato: è in corsa per gli Oscar 2021. Più precisamente, al momento il documentario è entrato nella shortlist dei Migliori 15 documentari: da qui usciranno fuori poi fuori i nomi che finiranno nelle nomination finali.

Scendendo nei dettagli, il 15 marzo prossimo venturo verranno estratte dalla shortlist in questione le candidature effettive, mentre gli Oscar veri e propri verranno annunciati il 25 aprile (quest’anno più tardivamente del solito a causa della pandemia da Covid-19).

The Truffle Hunters è stato realizzato dai registi americani Michael Dweck e Gregory Kershaw. Il docufilm è stato anche prodotto da Luca Guadagnino (produttore esecutivo per Frenesy Film Company) ed è stato girato dal 2017 al 2019 nella zone delle Langhe e del Monferrato, grazie sia all’intervento della Film Commission di Torino che del Centro nazionale studi tartufi.

I protagonisti sono stati quattro trifolau della zona, residenti a Roddino, Cisterna, Montegrosso d’Asti e Santo Stefano Belbo. L’età dei cercatori di tartufi andava dai 68 agli 88 anni. Accanto a loro non potevano mancare i cani, i quali hanno ottenuto di avere i nomi indicati anche nelle info del film (Birba, Biri,Charlie, Fiona, Nina, Titina e Yari). Qui potete trovare anche il trailer del docufilm.

La trama di The Truffle Hunters segue la storia quotidiana di un gruppo di uomini anziani che vanno per boschi nel Nord Italia, insieme ai loro cani, per cercare il pregiato Tartufo Bianco d’Alba.

Nel docufilm sono mostrate storie e tradizioni di questo ambiente: il tutto è stato girato seguendo la quotidianità e le abitudini dei protagonisti. Quando la pandemia lo permetterà, poi, sarà la Sony a portare sul grande schermo questo documentario.

The Truffle Hunters è stato presentato in anteprima mondiale assoluta al Sundance Film Festival il 30 gennaio 2020. Successivamente Sony Pictures Classic ne ha acquisito i diritti di distribuzione. In teoria avrebbe dovuto essere proiettato sia al Festival di Cannes che al Telluride Film Festival, solo che poi anche queste due manifestazioni sono state cancellate a causa del Coronavirus.

Inoltre è stato anche proiettato al Toronto International Film Festival il 18 settembre 2020 e al New York Film Festival il 5 ottobre 2020. In teoria dovrebbe uscire nelle sale cinematografiche statunitensi il 5 marzo 2021, dopo essere slittato diverse volte.

Oscar 2021: la shortlist documentario

Se siete curiosi di sapere quali siano i documentari nella shortlist, eccoli:

  • 76 Days (MTV Documentary Films) di Weixi Chen, Hao Wu e Anonymous
  • All In: The Fight for Democracy (Amazon Studios) di Lisa Cortes e Liz Garbus
  • Boys State (Apple TV Plus) di Amanda McBaine e Jesse Moss
  • Collective (Magnolia Pictures and Participant) di Alexander Nanau
  • Crip Camp (Netflix) di James Lebrecht e Nicole Newnham
  • Dick Johnson Is Dead (Netflix) di Kirsten Johnson
  • Gunda (Neon) di Viktor Kosakovskiy
  • MLK/FBI (IFC Films) di Sam Pollard
  • The Mole Agent (Gravitas Ventures) di Maite Alberdi
  • My Octopus Teacher (Netflix) di Pippa Ehrlich e James Reed
  • Notturno (Neon) di Gianfranco Rosi
  • The Painter and the Thief (Neon) di Benjamin Ree
  • Time (Amazon Studios) di Garrett Bradley
  • The Truffle Hunters (Sony Pictures Classics) di Michael Dweck e Gregory Kershaw
  • Welcome to Chechnya (HBO) di David France