di Valentina Dirindin 11 Luglio 2020
polizia

Per la seconda volta un bar di Padova viene multato e chiuso dalla polizia municipale: questa volta il motivo è un cameriere, trovato al lavoro senza mascherina. Il bar in via Marsala era già stato sanzionato a fine febbraio per gli assembramenti dei clienti, e gli era stata imposta una chiusura anticipata a causa degli schiamazzi in piena notte.

Evidentemente però, sanzioni e ordinanze non sono bastate a far sì che nel bar si rispettassero le disposizioni vigenti per il contenimento della diffusione della pandemia di Coronavirus. Una pattuglia in borghese, giovedì notte, è passata da quelle parti per controllare proprio l’osservanza del distanziamento sociale e delle altre normative imposte ai locali pubblici in questo periodo di emergenza sanitaria. Arrivati nel bar, hanno notato un problema non tanto tra i clienti presenti, quanto tra lo stesso personale operante quella sera.

Il cameriere in servizio, infatti, non indossava la mascherina protettiva, come invece imposto dalle disposizioni in vigore. Il risultato è stato un’ulteriore sanzione di 400 euro al titolare del locale, a cui è stata imposta anche la chiusura forzata per cinque giorni.

A tal proposito, il Comando della polizia locale ha voluto lanciare un appello ai gestori delle attività commerciali e ai cittadini, pregando tutti di “mantenere ancora elevata l’attenzione all’osservanza delle misure principali di contenimento del diffondersi dell’epidemia“.

[Fonte: Padova Oggi]