di Valentina Dirindin 12 Aprile 2020

A Palermo un gruppo nutrito di gente ha pensato bene di organizzare un affollato pranzo di Pasqua con tanto di grigliata, e per aggirare i divieti ha trovato l’intelligente escamotage di farlo sul tetto di un palazzo.

I video che riprendono circa una trentina di persone, intente a fare un silenziosissimo party con tutti i crismi, sono diventati virali tra le chat di whatsapp, e probabilmente – almeno a quanto pare guardandoli – sono stati in parte girati dagli stessi partecipanti. Che hanno deciso di fregare tutti, in barba a qualsiasi divieto e a qualsiasi buonsenso, ritrovandosi in cima a un palazzo del quartiere Sperone di Palermo. Grida, musica e fumo di barbecue: una cosa fatta di nascosto, insomma, senza dare troppo nell’occhio.

Non a caso, qualcuno ha avvisato le forze dell’ordine, che sono arrivate con un elicottero interrompendo la festa e sequestrando tutto. I partecipanti al barbecue si sono poi cimentati in una rocambolesca fuga, ma le autorità – anche grazie ai video diffusi – stanno identificandoli per procedere alle sanzioni. Sull’assurda e irresponsabile vicenda è intervenuto anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando che ha definito i protagonisti della bravata “incoscienti criminali”.

D’altronde, ci si aspettava qualche trasgressione in queste giornate di festa, come già si intuiva dalle ammonizioni preoccupate del premier Giuseppe Conte, che aveva invitato tutti a portare pazienza, anche in questi giorni. Ma di certo la preoccupazione era rivolta a riunioni di famiglia in casa, o al massimo a qualche fuga verso le seconde case al mare: nessuno si aspettava certamente un party in piena regola su un tetto della città.