di Valentina Dirindin 26 Agosto 2020
polizia

Non ha preso bene la mancata assunzione, un cuoco che si era presentato in un ristorante di Palermo: dopo che la sua candidatura è stata rifiutata, ha preso a pugni la titolare del locale e una cameriera.

Il giovane e aspirante chef aveva già trascorso un periodo di prova nell’osteria palermitana, al termine del quale, per motivi non meglio specificati, è stato messo alla porta dalla proprietà. Come spesso accade, il rapporto di lavoro non sarebbe proseguito oltre.

Solo che il quasi trentenne ha preso male la notizia, e si è infuriato senza mezzi termini. All’improvviso, all’interno del ristorante “Scjàvùru” di via Principe di Belmonte a Palermo, è scoppiato il caos: il cuoco ha lanciato in aria un tavolino e si è scagliato addosso alla titolare del locale e a una ragazza in sala.

Nell’aggressione, la titolare dell’osteria è stata anche spinta per terra su un mucchio di cocci di vetro formatisi nella colluttazione. È dovuta intervenire la polizia per calmarlo, portandolo via dal ristorante. Ora, il cuoco ventinovenne è accusato di tentata estorsione.

Per fare maggiore luce sull’accaduto gli inquirenti stanno visionando le immagini interne delle telecamere del locale, in modo da ricostruire meglio le dinamiche della rissa.

[Fonte: La Sicilia]