di Nunzia Clemente 4 Dicembre 2015
A la Bonne Biere prima e dopo

A La Bonne Biere, il cafè parigino con vista su Canal Saint-Martin dove cinque persone hanno perso la vita durante gli attentati del 13 novembre, ha riaperto stamattina “per far rivivere il quartiere” colpito tre settimane fa, ha detto Cedric Cousseau, proprietario del locale, dopo aver annunciato su Facebook la riapertura imminente.

E’ il primo dei sei locali attaccati da un commando jihadista a riaprire i battenti.

Il 13 Novembre le telecamere di sorveglianza avevano ripreso le immagini di due uomini armati e vestiti di nero che si avvicinavano con calma al Caffè sparando deliberatamente sulle persone che occupavano i tavoli all’aperto.

Abbiamo cancellato l’incubo con alcuni lavori di rifacimento: la facciata è stata ridipinta, il pavimento coperto da un telone. “Era un atto necessario per motivi psicologici”, ha spiegato il proprietario “ma questo è sempre stato un luogo di scambio e condivisione”.

[Crediti | Link: Telegraph, Repubblica, immagine: Telegraph, New York Times]