di Valentina Dirindin 24 Marzo 2021
bliss ristorante parigi

Il dehors di un ristorante elegante e modaiolo nel cuore di Parigi, il Bliss, è stata trasformata dal proprietario del locale in un rifugio per senzatetto.

Visto il periodo di inattività forzata, e vista l’emergenza continua (e purtroppo crescente) di persone che hanno bisogno di un ricovero per la notte e di un riparo dal freddo, il proprietario del Bliss ha pensato di mettere a disposizione gli spazi che aveva, compreso l’attacco all’elettricità e l’offerta di qualcosa di caldo da mangiare.

Il locale ha dunque accolto alcuni senzatetto che normalmente dormono, con le loro cose, sotto il Pont-Neuf di Parigi. Materassi, coperte, oggetti personali riempiono ora quel dehors che in epoca pre Covid era pieno di clienti alla moda venuti per un cocktail o per un aperitivo. Non solo un gesto di solidarietà, ma anche un modo per sentirsi meno soli, in una città semideserta.

“Normalmente il quartiere è affollato di gente”, spiega il proprietario del Bliss, “ma dall’inizio della pandemia la strada è deserta”. Così, la presenza dei senzatetto, è anche utile a tenere sott’occhio la situazione del locale, e a scoraggiare atti di vandalismo durante la chiusura. Il Bliss è chiuso da novembre 2020 e quando riaprirà – assicura il proprietario – troverà il modo per continuare a offrire sostegno ai senzatetto del quartiere.

[Fonte: Actu Paris]

1