di Valentina Dirindin 15 Maggio 2020
robert pattinson-Ph. Wikipedia di Diana Ringo

Robert Pattinson in quarantena ha avuto un’illuminazione imprenditoriale: creare e vendere una pasta da passeggio. Peccato solo che poi l’esperimento gli sia esploso nel microonde. L’attore di Twilight ha dunque definitivamente tolto le vesti di vampiro e si è improvvisato piccolo chimico quando, durante l’isolamento, ha avuto un’idea geniale, che ha confidato in un’intervista a GQ nella speranza di attrarre potenziali investitori.

“Mi sono chiesto: ‘come crei della pasta che puoi tenere in una mano?”, ha detto Pattinson. Una pasta versione street food, insomma, che l’attore tanto amato dalle adolescenti non si è limitato a immaginare. No, gli ha dato anche un nome di battesimo (che immaginiamo avrà dovuto immediatamente registrare per paura che qualcuno glielo potesse rubare): “Piccolini cuscino”.

Non solo: l’attore si è anche messo il cappello da chef e ha voluto testare personalmente questa sua idea, provando a realizzare una sorta di polpetta di pasta con un insieme di ingredienti da brivido, altro che storie di vampiri. Penne,  una scatola di cereali cornflakes, zucchero, formaggio già tagliato, salsa – “una a caso” – e un accendino (in teoria per fare la crosta).

Lui ha poi avvolto tutto in un foglio d’alluminio e ha infilato nel microonde la sua creazione, scoprendo che l’alluminio nel microonde è meglio evitare di metterlo, visto che le scintille – ha quanto racconta Pattinson – hanno fatto addirittura esplodere l’elettrodomestico.
Qualcuno dovrebbe fermare quell’uomo, magari facendogli assaggiare una frittatina di pasta napoletana.

[Fonte: MTV | Ph. Wikipedia di Diana Ringo]