Pasta: i 10 formati preferiti dagli italiani secondo Unione Italiana Food

Unione Italia Food ha rivelato quali siano i dieci formati di pasta preferiti dagli italiani. E no, le penne lisce non sono nella top ten.

spaghetti

Unione Italiana Food ha rivelato quali siano i 10 formati di pasta preferiti dagli italiani. Nessuno si stupirà di sapere che sul podio troneggiano spaghetti e penne rigate, mentre delle povere e bistrattate penne lisce non c’è traccia nella top ten.

In realtà, secondo quanto rivelato da Unione Italiana Food (che ha appena lanciato un corso virtuale online su WeLovePasta.it), esistono ben 300 formati di pasta. Tuttavia sono una decina quelli che gli italiani consumano abitualmente. In pratica scegliamo sempre gli stessi: la top ten che vedremo fra poco rappresenta il 60% delle 1,4 tonnellate che mangiamo ogni anno.

Ma vediamo questa top ten, la quale rappresenta 900mila tonnellate di pasta su 1,4 consumate ogni anno:

  1. Spaghetti
  2. Penne rigate
  3. Fusilli
  4. Rigatoni
  5. Farfalle
  6. Linguine
  7. Lumachine
  8. Bucatini
  9. Mezze maniche
  10. Lasagne

Come prevedibile, trionfano gli spaghetti: rappresentano un piatto di pasta su 5 in Italia e un piatto di pasta su 3 nel mondo. Tuttavia la classifica subisce delle piccole modifiche se si vanno a considerare anche alcune variabili regionali. Per esempio al Sud salgono di posizione Ziti, Ditalini, Orecchiette e Pasta mista.

penne rigate

La ricerca DOXA-Unione Italiana Food ha fatto anche sapere che solitamente preferiamo la pasta corta a quella lunga e quella rigata a quella liscia. Giuseppe Di Martino, pastaio di Unione Italiana Food, ha spiegato che l’abbinamento della pasta è una questione tipicamente italiana.

Concentrandosi sulle forme, infatti, in Cina, Giappone e Sud Est Asiatico hanno solamente noodles o ravioli, mentre qui da noi ci sono più di 300 formati. Tuttavia anche Di Martino sottolinea come, nelle nostre dispense, alla fine entrino sempre i soliti 4-5 formati di pasta.

Parlando di abbinamenti, solitamente i formati più “gentili” come le farfalle si abbinano meglio a condimenti leggeri e freschi. Se si opta per formati più strutturati come i tortiglioni o i bucatini, bisognerebbe usare salse robuste come il ragù o l’Amatriciana. Andando sui formati grandi dei paccheri e ziti, bisogna optare per condimenti consistenti ed eleganti, mentre le mezze maniche sono più versatili, vanno bene sia con sughi veloci da tutti i giorni, sia con la Carbonara.

Per quanto riguarda le paste rigate, tendono a sposarsi meglio con i sughi più sciolti, mentre la pasta liscia va bene con i sughi “avvolgenti”. Preferite le tagliatelle o le pappardelle? Unione Italiana Food ha il giusto abbinamento anche per loro: vogliono sughi saporiti, tipo il ragù al cinghiale. Le conchiglie, invece, vanno bene per i sughi leggeri.

Potrebbe interessarti anche