di Marco Locatelli 31 Marzo 2021

Il conduttore americano del popolare podcast gastronomico “The Sporkful”, Dan Pashman, si è inventato una nuova pasta corta chiamata Cascatelli.

L’invenzione del conduttore è nata proprio all’interno del suo podcast, dove ha deciso di sviluppare una serie – composta da cinque puntate – chiamata “Mission Impastable” e in cui Pashman si è messo all’opera per creare un nuovo formato di pasta.

I Cascatelli sono leggermente più grandi rispetto alla media delle paste corte; è una sorta di tubo curvo decorato con balze su entrambi i lati e che ricordano le mafaldine (pasta a cui in effetti Pashman si è ispirato, come ha lui stesso ammesso).

La sua è nata anche come scherzosa battaglia contro gli spaghetti, che il presentatore definisce dei semplici “tubi”.

“Gli spaghetti vanno bene. Mangerò tutta la pasta che mi metti davanti se ho fame. Ma è solo un tubo – ha dichiarato ai microfoni di CBS News Pashman -. Non fa molto e penso solo che possiamo fare di meglio “.

Tutto è cominciato con un viaggio in North Dakota, dove si concentrano i principali produttori di grano per pasta degli USA. E qua che Pashman ha imparato a conoscere la semola.

Lungo il suo viaggio alla ricerca (o creazione) della pasta perfetta, Pashman ha ideato anche tre i parametri per valutare la pasta: la “forkability”, ovvero la facilità con la quale si inforchetta; la “sauceability”, quindi quanto facilmente il sugo ci resta sopra; e la “toothsinkability”, la soddisfazione che si prova nell’addentarla.

Dopo diversi tentativi poco fortunati e disegni irrealizzabili, alla fine Pashman è riuscito a realizzare la sua pasta, prodotta dal Pastificio Sfoglini nella Hudson Valley di New York.

Fonte: CBS News

1