di Marco Locatelli 4 Giugno 2021
pasta

Secondo un recente report di Statista, pubblicato durante la manifestazione TuttoFood, la pasta continuerà a crescere in futuro a livello globale, con percentuali di vendita pari a +2,35% ogni anno.

Sempre secondo i dati previsionali di Statista, nell’anno in corso il maggior mercato mondiale per quanto riguarda la pasta sarà la Cina. Da solo, il Dragone, vale qualcosa come 25 miliardi di dollari.

Tornando ad un discorso globale, il report segnala che i consumatori mangiano mediamente all’anno 7,7 kg di pasta, per i quali vengono spesi 16,30 dollari. In totale, nel 2020 il business della pasta dovrebbe arrivare a quasi 123 miliardi di dollari.

A livello italiano, secondo i dati forniti dall’Unione Italiana Food il 2020 è stato un anno molto positivo, con vendite di oltre 50 milioni di confezioni in più rispetto al 2019, con punte di +40% a marzo e +10% a ottobre e novembre. Bene anche le esportazioni, cresciute del 16%.

La pasta italiana vede gli americani come maggiori consumatori stranieri nel 2020 con +40%, avanti rispetto a Francia (+4,3%), Germania (+16%) e Gran Bretagna che segna il +19% nonostante la Brexit.

Fonte: ANSA