di Giulia Gagliano 3 Settembre 2019
Pastiglie leone

Pastiglie Leone nel 2018 ha fatturato 9,2 milioni di euro, di cui 1,3 milioni all’estero e punta a superare la soglia dei 10 milioni. La storica azienda torinese ha cominciato a la sua attività nel lontano 1857, quando Luigi Leone aprì una confetteria ad Alba e cominciò a produrre pastiglie di zucchero che ebbero un tale successo da far trasferire il laboratorio a Torino, per poter servire la Real Casa.

Ad oggi l’azienda conta 73 dipendenti, un negozio aziendale nel Torinese e un catalogo molto vasto che va dalle pastiglie e caramelle in 42 gusti (con una forte attenzione al comparto senza zucchero), ai prodotti zuccherini (iconiche le drops violetta e goccioline di rosolio), dalle gelatine di frutta alle gommose con solo gomma arabica 100% vegetali e cioccolato. Tra i best seller ci sono le pastiglie Miste Dissetanti, la violetta, la cannella e per i millenials il gusto spritz. E da quest’anno sono due le nuove pastiglie lanciate sul mercato: l’Amarena Fabbri e  il Mojito.

[Fonte: Pambianco News]