di Manuela 14 Agosto 2020
mascherina

Nel corso dei recenti controlli, a Pesaro sono stati 5 i locali multati per assenza di mascherine e mancato distanziamento dei tavoli. Dure giorni fa la Polizia municipale ha controllato ristoranti, bar e locali della spiaggia riscontrando parecchie infrazioni alle misure di sicurezza anti Coronavirus.

I dipendenti e camerieri non indossavano la mascherina, mentre i tavoli non erano distanziati fra di loro. Per questo motivo i titolari dei cinque locali si sono visti comminare multe da 400 euro ciascuno. A causa dell’aumento dei casi di Coronavirus nelle Marche, nella provincia di Pesaro si sono intensificati i controlli: molti avvengono in abiti civili, per cui i ristoratori non in regola non possono rimediare alla situazione.

L’uso della mascherina rimarrà obbligatorio in tutti i locali aperti al pubblico: il personale dovrà indossare le mascherine e non saranno concesse eccezioni. Inoltre nei ristoranti i tavoli devono essere distanziati di più di un metro. Attenzione poi anche alle restrizioni di Ferragosto: in molte località è vietato entrare in spiaggia dopo una certa ora, mentre sono banditi falò e campeggio libero in spiaggia.

La cosa particolare è che adesso sono parecchi i cittadini e clienti che segnalano alle forze dell’ordine il mancato uso delle mascherine da parte di camerieri e baristi nei locali di zona, chiedendo alla Polizia di intervenire.