Pesca, nuovi controlli in Abruzzo: sequestrati 100 kg di prodotto ittico

Una serie di controlli sulla filiera della pesca in Abruzzo ha portato al sequestro di circa 100 chilogrammi di prodotto ittico.

Mercato pesce

Negli ultimi giorni la Guardia Costiera di Pescara è stata impegnata in una seria di controlli sulla filiera della pesca in Abruzzo, concentrandosi in particolare sul territorio aquilano, che rientra nella giurisdizione della Capitaneria di Porto di Pescara. Nello specifico, gli agenti delle forze dell’ordine hanno voluto verificare il rispetto delle norme attualmente in vigore nei ristoranti, pescherie e punti vendita della grande distribuzione del territorio in questione.

pesce

Complessivamente le ispezioni dei militari hanno coinvolto quindici attività commerciali, e hanno portato alla stesura di otto verbali e cinque sequestri per un totale di circa 100 chilogrammi di prodotto ittico. Sequestri che, chiaramente, sono stati accompagnati da una serie di sanzioni amministrative che hanno raggiunto la cifra complessiva di circa 17 mila euro. Le attività di controllo, che come accennato si sono concentrate sulla corretta reperibilità delle informazioni su etichettatura e tracciabilità del pesce, sono scattate in concomitanza dell’avvicinarsi delle festività pasquali, durante le quali si attesta una richiesta più elevate di prodotto ittico.

” I controlli del personale della guardia costiera continueranno lungo tutto il territorio di giurisdizione al fine di contrastare il fenomeno della pesca illegale” ha commentato a tal proposito il comandante e capitano di vascello Marcello Luigi Notaro ” alimentato dalla commercializzazione illecita di prodotti privi di documentazione attestante la tracciabilità del prodotto, a scapito dell’economia regolare e della salute dei consumatori finali”.