di Marco Locatelli 22 Agosto 2020

Pescaria – fast food pugliese popolare per i suoi panini di pesce – sbarca anche a Roma, dopo aver aperto ristoranti a Torino e Milano e aver confermato l’apertura a Bologna il 3 settembre, in via Nazario Sauro 12, a pochi passi dal Mercato delle Erbe. Nella capitale Pescaria aprirà il 10 settembre in via Leone IV, 14 nel quartiere Prati, nei pressi dei Musei Vaticani.

L’inaugurazione ufficiale al pubblico è fissata per il 10 settembre a partire dalle 19.30. Nessuna festa per ora, nel rispetto delle norme attuali, per evitare assembramenti. Sin da subito il menu di Pescaria (comprese le specialità del giorno) sarà disponibile su Glovo.

I fondatori del fast food di pesce hanno anche aderito al Sustainable Restaurant Program e ottenuto la certificazione Friend of the Sea, che prevede la promozione di buone pratiche di consumo ecosostenibile del prodotto ittico, sostenendo attività di pesca e acquacoltura certificate.

“Nel nuovo menu il pesce c’è, – fanno sapere da Pescaria – ma è sostenibile: ombrina, orata, spigola Cromaris e Cobia, pesce bianco di altissima qualità allevato in ambienti privi di stress e senza ormoni, coloranti e pesticidi. Pescaria, grazie a una gestione ottimizzata della logistica e dei magazzini, ha un tasso di spreco degli alimenti inferiore al 5%: anche per questo è stata premiata durante la terza edizione dei Retail Awards di Forum Retail in qualità di Best Logistics Project”.

Pescaria è inoltre il primo format in Italia completamente plastic free: da dicembre 2018 Pescaria ha scelto di rinunciare alla plastica monouso risparmiando circa 6 tonnellate di plastica al mese per punto vendita. Al posto della plastica posate e bicchieri in PLA, materiale derivato dal mais perfettamente simile alla plastica ma in tutto e per tutto biodegradabile e compostabile.