Peste suina in Germania, ora è anche negli allevamenti

Dopo i cinghiali selvatici, ora in Germania sono stati colpiti dalla paste suina anche i maiali di due allevamenti.

prosciutto-dop-essere-animali-maltrattamenti-maiali-allevamenti-verona-pavia

Casi di peste suina in due allevamenti di maiali in Germania: lo ha confermato il Ministro dell’Agricoltura federale, specificando che si tratta di due piccoli allevamenti nello stato di Brandeburgo, al confine con la Polonia. Finora ad essere contagiati dalla malattia erano stati solo cinghiali, animali selvatici quindi: più di 1200 casi riscontrati finora, ma si pensava che il morbo fosse confinato alle specie che vivono in libertà. In ogni caso molti paesi asiatici, Cina in testa, avevano già preventivamente bloccato le importazioni di maiali. I casi verificatisi finora negli allevamenti sono molto limitati: si tratta di una fattoria biologica con 200 capi, e di un allevamento familiare di appena 2 maiali. I capi sono stati abbattuti per sicurezza, non solo i malati ma tutti.

La peste suina è molto diffusa in Polonia, ed è dal confine orientale della Germania che arriva: i cinghiali selvatici ovviamente non hanno cognizione di nazioni e confini, e anche se è stata costruita una recinzione apposita per evitare passaggi, ed è stata altresì aperta la caccia intensiva, non è bastato per mettere al sicuro i maiali. “Per quasi un anno abbiamo combattuto contro l’enorme pressione della malattia dalla Polonia. Mi dispiace molto per i primi casi nei suini da allevamento, ma purtroppo questa possibilità non può mai essere completamente esclusa”, ha affermato il ministro della Salute del Brandeburgo, Ursula Nonnemacher.

[Fonte: Agrifoodtoday]

Potrebbe interessarti anche