di Valentina Dirindin 30 Gennaio 2021

A Piossasco, un comune piemontese in provincia di Torino, durante la notte tra venerdì 29 e sabato 30 gennaio è improvvisamente crollato il tetto di un capannone appartenente a un’azienda agricola, dove si trovavano circa 300 bovini da latte.

Gli animali sono in gran parte deceduti, e molti sono rimasti più o meno gravemente feriti, a seguito del crollo del capannone che veniva usato come stalla.

Più squadre di Vigili del fuoco, provenienti da Torino, ma anche dai vicini comuni di Grugliasco e Rivalta, sono ancora al lavoro con due autogru e tutti i mezzi del caso per verificare la presenza di eventuali persone ferite dal crollo, ma anche per tentare di liberare le mucche sopravvissute al crollo ma rimaste intrappolate sotto le macerie della copertura.

A dare l’allarme sono stati gli stessi proprietari dell’azienda agricola, che durante la notte sono stati improvvisamente svegliati da un boato tremendo, causato dal crollo della copertura del capannone. La situazione è parsa grave fin da subito, con molti animali rimasti intrappolati e feriti. Per questo sul posto sono intervenuti, oltre alle cinque squadre di vigili del fuoco, una serie di veterinari che hanno cercato di curare e salvare i bovini sopravvissuti.

Ancora sconosciute le cause del crollo, che saranno certamente accertate dalle indagini.

[Fonte: Quotidiano Piemontese]