di Valentina Dirindin 21 Agosto 2019

Sono stati un gruppo di ragazzini, tra i 13 e i 14 anni, a spruzzare lo spray al peperoncino in un fast food del centro di Pisa. Una bravata, pare, che ha portato a un po’ di panico nel ristorante e a una denuncia alla procura per i minorenni per i reati di lesioni personali, uso improprio di spray urticante, procurato allarme e getto di cose pericolose. 

Lo spray al peperoncino era stato spruzzato dai minorenni in un fast food nei pressi di piazza dei Miracoli, provocando irritazioni, lacrimazione e panico fra i clienti. Non contenti, i ragazzini sarebbero poi usciti per ripetere l’operazione  sul prato di piazza dei Miracoli, provocando irritazioni e lacrimazione, tra gli altri, anche a una bambina di nove mesi.

Un gesto irresponsabile, le cui cause e le singole responsabilità dei ragazzini coinvolti sono ancora tutte da chiarire: se pare infatti si sia trattato di una semplice (per quanto potenzialmente pericolosa) bravata, non si possono dimenticare episodi recenti in cui la stessa tecnica è stata usata per creare il panico e rapinare i presenti. A fare chiarezza su tutto saranno le indagini, e gli inquirenti hanno per questo già disposto perquisizioni e interrogatori nei confronti dei ragazzini.

[Fonte: La Repubblica Firenze]