Pizza di traverso, ma la manovra salva-vita tarda: muore a Napoli

Un uomo muore a Napoli a causa di un pezzo di pizza di trasverso: la manovra salva-vita avrebbe tardato ad essere messa in atto. Tutto è accaduto nella notte fra sabato e domenica, al Pronto Soccorso dell’ospedale San Paolo di Fuorigrotta. Un uomo di 54 anni di Napoli era stato portato all’ospedale poco dopo la mezzanotte: stava soffocando dopo aver mangiato un pezzo di pizza. Tuttavia i medici non sarebbero riusciti a effettuare in tempo le normali manovre salvavita del caso e l’uomo sarebbe morto mentre era in corsia, soffocato da quel pezzo di pizza.

Al momento, la famiglia dell’uomo deceduto ha denunciato tutto ai Carabinieri che hanno provveduto a sequestrare cartella clinica e salma, proprio su ordine della procura di Napoli. Secondo quanto testimoniato dalla famiglia, i medici dell’ospedale San Paolo non si sarebbero adoperati in tempo per eseguire le previste manovre salvavita antisoffocamento, per motivi ancora non ben chiariti. Oltre all’indagine della procura, poi, è stata anche aperta un’inchiesta interna da parte del commissario straordinario dell’Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva, con segnalazione ai Nas.

Adesso toccherà agli inquirenti indagare e capire cosa sia successo quella notte al Pronto Soccorso, dopo che l’uomo ha ingerito il pezzo di pizza che ne ha causato il soffocamento.

Avatar Manuela

20 Maggio 2019

commenti (1)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Oetzi ha detto:

    Se la pizza in foto è quella che ha mangiato quel povero napoletano, ci credo che gli è andata di traverso.