di Valentina Dirindin 16 Febbraio 2021
decreto-ristori-confartigianato-attacca-governo-escluse-pizzeria

È stato il progetto di una confezione riutilizzabile per le pizze take away a far vincere il premio per l’innovazione a un gruppo di studenti di Oderzo.

La “pizza box”, realizzata da tre ragazzi dell’Istituto Sansovino (Greta Roman, Alena Saccon e Filippo Maronese), punta a ridurre gli sprechi di materiali, salvaguardando l’ambiente. Per questo è stata premiata fra i moltissimi progetti presentati dai ragazzi che hanno partecipato ai Creativity Camp organizzati da Innovation Future School, che in due mesi di lavoro ha incoraggiato i giovani a proporre soluzioni creative e innovative per la quotidianità.

Un progetto interessante che ha portato sul tavolo della giuria un problema effettivo e di stringente attualità: quello dell’impossibilità del riciclo dei materiali alimentari spesso usati nelle consegne a domicilio. A essere premiata, oltre alla pizza box, è stato anche il progetto “Not Only Peel”, realizzato da tre studenti (Giulia Bolzan, Alessia Amadi e Asja Gobbo) dell’Istituto Riccati – Luzzatti di Treviso.

Ancora una volta si tratta di un progetto che punta all’ambiente partendo dal tema del riutilizzo di ciò che ruota intorno al cibo, e in questo caso delle materie prime alimentari. L’idea dei tre ragazzi infatti è quella di creare cellulosa utilizzando le bucce della mela.

[Fonte: Treviso Today]