di Elisa Erriu 24 Novembre 2020
pizzaut-giuseppe-conte-incoraggia-pizza-dpcm

Il premier Giuseppe Conte ha visto finalmente issata l’insegna del locale PizzAut e ha deciso di inviare così ai proprietari un biglietto con su scritto “In bocca al lupo!”, dimostrando il proprio sostegno ai ragazzi che quest’estate gli avevano fatto assaggiare la pizza Dpcm.

Vi auguro di aprire presto” ha scritto nel suo biglietto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dedicando sinceri auguri ai ragazzi di Pizzut – Nutriamo l’inclusione, la pizzeria che mira all’integrazione di ragazzi con autismo.

I proprietari del locale, che avevano pensato di aprire la pizzeria ancora alcuni anni fa, avevano preparato pizze in giro per l’Italia a bordo del loro food truck e lo stesso presidente Conte aveva avuto modo, la scorsa estate, di assaggiare la pizza preparata appositamente per lui, la pizza Dpcm: “È sicuramente migliore dei Dpcm che abbiamo prodotto noi a Chigi“, era stato l’ironico commento di Conte.

Purtroppo l’apertura della pizzeria a Cassina de’ Pecchi, vicino Milano, era prevista inizialmente ad Aprile in occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo, ma è stata poi rimandata per via dell’emergenza Coronavirus. “Non vorremmo mai aprire per un mese e poi ritrovarci a dover richiudere a gennaio, per via di nuove restrizioni, frutto di un potenziale aumento dei casi“, spiega Nico Acampora, il fondatore di PizzAut. “Sarebbe un messaggio difficile da comprendere per i nostri ragazzi, oltretutto non vorremmo mai servire delle pizze ai nostri clienti, per poi vederli arrivare in rianimazione. Mia moglie è infermiera, così come i genitori di altri nostri ragazzi. Siamo ben coscienti della pressione che il Covid-19 sta esercitando, tuttora, sugli ospedali. La maggior parte dei nostri figli autistici ha un’invalidità del 100%, sappiamo benissimo cosa significa essere fragili e non abbiamo alcuna intenzione di scherzare con il Coronavirus”, sottolinea Acampora. Tuttavia aggiunge: “abbiamo comunque deciso di tenere lo stesso accesa la nostra insegna, tutti abbiamo bisogno di speranza“.

 

A portarci il biglietto, a mano, è stato il senatore Eugenio Comincini, da sempre vicino a PizzAut, è suo il disegno di legge sulle start up innovative sociali, per defiscalizzare e decontribuire le aziende e le realtà che assumono il 70% almeno di persone con disabilità”, si legge sul post della pagina Facebook del locale. “Quando ho ricevuto il biglietto, la prima reazione è stata di incredulità e gioia. In alto, sul foglio, il premier ha anche barrato la scritta Senato della Repubblica, perché fosse a tutti gli effetti un messaggio svincolato da ogni implicazione politica e istituzionale. Ma mi sono anche chiesto se condividendo questo cortese augurio avrei scatenato Haters e Tifosi incapaci di coglierne la semplicità e al tempo stesso l’importanza, almeno per noi di PizzAut, per i nostri ragazzi autistici, per le nostre famiglie, e forse non solo per noi. Io personalmente lo trovo di un’umanità e di una forza straordinaria, che il primo Ministro abbia trovato il tempo di dedicare un pensiero e qualche attimo ai nostri giovani speciali.